L’estate di Nuova Ciminiera – ENZO NARDI

dal cd La farfalla in canottiera (2017)

MATTINE (Enzo Nardi)

La luce alla finestra e t’accorgi dentro te,
le ombre sono andate col treno della notte.
Tutto é un cielo chiaro, senti il suono dei caffé,
la strada ha i suoi segreti disegnati sul pavé.
Svesti amica l’ abito della malinconia
poi diventa alba, viaggio, fantasia.
L’ hai vista mai la luce alle vetrine dentro ai bar
in vicolo e giardini , negli occhi della gente,
vi leggi le promesse , le chimere di provincia,
ognuno ha le sue mani, i suoi amori, i suoi fantasmi.
E’ l’ora in cui non provi la solita paura,
momento in cui non senti che tutto va e non dura.
Sembra andar nell’aria un profumo di conquista,
nascere emozioni che non avresti detto mai.
C’é un treno pieno di fumo che trascina la campagna,
nell’ aria senti quasi uno spirito vitale.
Randagio si alza un vento che ti parla di città,
poi un’ inquietudine scende dai campanili antichi.
Quel che voglio dirti é che nasci ogni mattina,
lo scialo delle cose é ormai l’anima tua.
C’é un cane senza casa, c’é una casa in fondo al cielo,
un sole di mattone che é quasi melodia.

 


Enzo Nardi 
è l’altro professore di Lettere della canzone d’autore italiana. Vive e lavora a Macerata, dove è nato nel 1964. Ha pubblicato un LP: Notizie dal Golfo del Leone (Bentler) nel 1990, con cui è tra i vincitori della Seconda Edizione del Premio “Città di Recanati”. Nel 2015 esce una sua raccolta di cover francesi Ma liberté. Del 2017 è l’album La farfalla in canottiera, mentre il suo cd più recente si intitola Allora lo zoppo salterà come un cervo, ed è uscito nel 2019.